Skip to main content

La Pro Sesto femminile fa tre su tre. Dopo le prime tre giornate di Serie C le biancocelesti sono prime in classifica a punteggio pieno. Domenica 25 Ottobre, contro il Torino Women, è arrivata la terza vittoria siglata dalla doppietta del giovane talento Carlucci. La match winner della partita, classe 2002 in prestito dalla Primavera dell’Inter si è raccontata ai nostri microfoni dopo l’inizio entusiasmante della squadra e la sua prima doppietta in maglia biancoceleste.

“Non potevamo iniziare meglio, queste tre partite ci hanno dato molta fiducia e consapevolezza dei nostri mezzi. La partita contro il Torino è stata molto emozionante. Abbiamo dimostrato ancora una volta che in campo siamo molto unite e questa cosa ci permette di rendere al meglio”.

Un’unione, quella delle ragazze di Ruggeri, che era già emersa nelle due partite precedenti; un aspetto fondamentale in un campionato come quello di Serie C dove giocatrici giovani si integrano a ragazze di esperienza. Una delle più giovani è sicuramente Beatrice. Centrocampista classe 2002, dopo l’esperienza all’Inter è arrivata quest’anno in prestito alla Pro. “L’esperienza all’Inter mi è servita molto sotto tutti i punti di vista, mi ha fatta crescere tanto; ora gioco in un campionato molto diverso, tutte le partite sono complicate ed è molto stimolante, mi sto adattando bene. Non potevo chiedere di meglio – ha proseguito Carlucci – siamo un bellissimo gruppo sia dentro che fuori dal campo, le ragazze di esperienza aiutano tantissimo noi più giovani, sono molto contenta.”

E poi è arrivata la prima doppietta in biancoceleste.

“I due gol mi hanno regalato grande soddisfazione anche perché sono i primi con questa maglia e poi certamente perché hanno regalato la vittoria alla squadra, è questa la cosa più importante.”

La vittoria delle ragazze di Ruggeri contro il Torino potrebbe ridefinire le ambizioni della Pro Sesto per questo campionato. Appena due settimane fa, infatti, il Mister spiegava che il Torino, dopo la finestra di mercato estivo, potesse essere una delle favorite del girone. “Il Torino è stata una grande prova di maturità per noi – sottolinea Carlucci –  ma non abbiamo ancora fatto nulla, dobbiamo continuare a pensare partita dopo partita. Abbiamo voglia di stupire!”

L’obiettivo della squadra di Ruggeri potrebbe essere quindi l’effetto sorpresa. Rimanendo con i piedi per terra, le biancocelesti vogliono pensare partita dopo partita cercando di giocarsi ogni domenica la vittoria.